Novembre 2017
LunMarMerGioVenSabDom
  12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930   

Calendario Calendario

Bookmarking sociale

Bookmarking sociale Digg  Bookmarking sociale Delicious  Bookmarking sociale Reddit  Bookmarking sociale Stumbleupon  Bookmarking sociale Slashdot  Bookmarking sociale Yahoo  Bookmarking sociale Google  Bookmarking sociale Blinklist  Bookmarking sociale Blogmarks  Bookmarking sociale Technorati  

Conserva e condividi l'indirizzo di Servizio Recapito Poste Italiane sul tuo sito sociale bookmarking


Una truffa a Poste italiane: indagati dieci funzionari

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Una truffa a Poste italiane: indagati dieci funzionari

Messaggio Da Admin il Dom Mar 13 2016, 02:14


PORDENONE. «Dieci funzionari e responsabili della qualità di Poste Italiane coinvolti e indagati nella truffa dei recapiti nel pordenonese», dopo un’inchiesta avviata a Roma dopo la denuncia del sindacato. La Uil Poste ha denunciato il trucco della corrispondenza non recapitata in tempo e poi insabbiata. L’onda dell’inchiesta dei magistrati arriva a Pordenone da Roma.
«È stato licenziato il responsabile regionale della qualità di Poste italiane – dice Paolo Riccio di Uil Poste – e per ora questo è il primo “effetto” friulano della vicenda». Ma, aggiunge, a Pordenone nessuna delle «dieci persone è stata allontanata».
Gli accusati. «Dieci quadri e funzionari di Pordenone e provincia saranno sottoposti a contestazione e “multa” pecuniaria dall’azienda Poste». Una penalizzazione a orologeria: quando la magistratura romana chiuderà l’inchiesta che cosa succederà? «Le responsabilità verranno a galla a Pordenone – prevede Riccio –. Fino ad allora l’azienda non potrà prendere altri provvedimenti se non sanzioni disciplinari».
La contestazione, allo stato delle cose, è una “penalità”. «Dieci giorni di sospensione dello stipendio per dieci implicati nella truffa – ha detto il sindacalista –. L’azienda non potrà fare altro, fino alla conclusione dell’inchiesta giudiziaria». Quella che coinvolge migliaia di dipendenti (anche pordenonesi, indica la Uil) e 40 dirigenti.
La truffa. È quella delle cosidette “lettere civetta”: si allarga a Nordest da Treviso, Belluno a Pordenone e Udine. «Dieci accusati di avere agevolato, nella filiera della distribuzione, lettere “civetta” – ha spiegato Riccio –. Cioè missive campione usate dalla società di controllo (nel 2013-2014 era Izi srl) per monitorare il tempo nelle consegna e il livello della qualità».
La frode: i tempi di consegna erano, ovviamente, eccellenti («uno o due giorni appena», ironizza Riccio). «Tutto falso – aggiunge –: i ritardi reali sono noti nel territorio provinciale. Con i parametri del servizio eccellente i quadri aziendali e manager della qualità hanno incassato premi e benefit di produttività». E per questo la Uil nazionale ha denunciato tutto alla Procura di Roma.
Le colpe. «Sospeso a tempo indeterminato dall’azienda il capo regionale Fvg della qualità nel settore recapiti». Riccio ha confermato il licenziamento centrale nella rete di Poste Italiane in Fvg. Intanto, si vocifera di altre possibili sospensioni cautelative e di contestazioni, come è capitato in Veneto.
«Le contestazioni a funzionari e impiegati sono l’effetto di una cattiva pratica annosa che è venuta a galla – dice il il sindacalista, che chiede tutta la verità sul caso locale –. Chi sono i dipendenti di Poste coinvolti? La stima regionale è quella di una quarantina di provvedimenti disciplinari, dai licenziamenti alle contestazioni. Una decina, si prevedono a Pordenone».
La distribuzione. I recapiti sono un punto debole: la verifica aziendale di Poste si farà su chi gestisce la filiera della distribuzione e chi è addetto al controllo

della qualità.
«Non sono tranquilli i responsabili territoriali e del servizio controllo della qualità – ha concluso Paolo Riccio –. È uno scandalo che colpisce il recapito della corrispondenza, cioè quello che sta a cuore ai cittadini e aziende».
avatar
Admin
Admin

Maschile Messaggi : 83
Data d'iscrizione : 09.06.14
Età : 32
Località : Italia

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum